venerdì, maggio 09, 2014

Giro d'Italia 2014 - Lo Speciale di Blog-In: tutte le informazioni

Parte oggi  da Belfast (Irlanda del Nord) il Giro d'Italia 2014, edizione numero 97). Penso sia abbastanza inutile affrontare l'annosa polemica "ma perché si parte dall'estero e non si attraversano alcune Regioni italiane?". Soldi, marketing e globalizzazione sono le tre parole chiave. Non dico se sia giusto o sbagliato. E' semplicemente così, ed è un discorso che vale per tutte le corse a tappe. Basti pensare che lo scorso anno il Giro di Polonia partì dalla....Val di Sole (Trento).

Tre considerazioni sul Giro 2014:
  1. La starting list è oggettivamente deboluccia. Mancano i tre principali interpreti delle corse a tappe (Froome, Contador, Nibali: li vedremo al Tour), non ci sono i due velocisti più forti in circolazione (Cavendish e Greipel), mancano i protagonisti delle Classiche e gli uomini più forti nelle corse di un giorno (Cancellara, Sagan, Gilbert). Dovrebbe essere perciò un Giro aperto a nuovi protagonisti - per l'Italia occhio a Fabio Aru (in salita) ed Elia Viviani (in volata) - e, sulla carta, abbastanza equilibrato. La presenza di Nairo Quintana, dato in ottima condizione, assicurerà spettacolo ed emozioni nelle tappe di montagna. La speranza è di non assistere ad un Giro tecnicamente modesto come quello del 2012 (ad onor del vero anche nel 2013, Nibali a parte, non si vide molto). In questo post un'analisi dei favoriti.
  2. Il percorso studiato da RCS è molto interessante. Sarà un Giro d'Italia in crescendo, col gran finale del 31 maggio sullo Zoncolan. Prima parte abbastanza "facile" in cui la classifica dovrebbe restare piuttosto corta. Il primo spartiacque sarà la cronometro della 12a tappa (Barbaresco-Barolo). Da lì in poi ci saranno tantissimi chilometri in salita: Oropa, Montecampione, Gavia-Stelvio-ValMartello, Valsugana, Cronoscalata del Montegrappa e Zoncolan alla penultima.
  3. Lo scorso anno la vittoria di Vincenzo Nibali oscurò le vicende doping che coinvolsero Danilo Di Luca e Mauro Santambrogio. L'auspicio è che per tre settimane abbondanti si possa parlare solo di ciclismo e di quanto sia speciale il Giro d'Italia.

Blog-In come da consolidata abitudine, seguirà da vicino la Corsa Rosa. Come sempre, potrete trovare tutte le informazioni utili nella pagina dedicata al Giro