domenica, agosto 18, 2013

Usain Bolt domina anche i 200 metri (video). Rollins batte Pearson nei 100hs. Sorpresa nell'alto. Commento 8^ giornata Mosca 2013 (di Vittorio Virgili)

Un grandissimo Usain Bolt fa doppietta 100-200 a Mosca con un ottimo 19.66, ottenuto grazie alla sua solita grande progressione, principalmente in curva. Parso un pò stanco e meno spumeggiante rispetto agli anni scorsi, è comunque riuscito ad avere la meglio sul connazionale Weir con 19.79. Terzo l`americano Mitchell con 20.04.
Il video con la vittoria di Bolt nei 200metri a Mosca 2013:


Nei 100hs cede solo nel finale la campionessa olimpica Pearson ai danni della statunitense Rollins che corona una grande stagione con un ottimo 12.44. Per l`australiana solo 12.50 mentre terza la britannica Tiffany Porter con il personale portato a 12.55.
Ed ecco il video degli spettacolari 100hs di Mosca 2013:


Peccato per Alessia Trost solo settima nel salto in alto femminile con 1,93 e con un 1,97 appena sfiorato. Grande sorpresa per il primo posto con la vittoria della russa Shkolina con 2,03 sulle due favorite Barrett 2,00 seconda e Chicherova 1,97 terza a pari merito con la spagnola Beitia.

Nella 4x400 femminile grande vittoria della Russia sul filo di lana sugli Stati Uniti privi di Allison Felix infortunatasi nei 200 di ieri. Ottimo sesto posto per l`Italia, ma squalifica perchè Libania Grenot sbatte contro l`atleta ucraina a 5 metri dal traguardo e perde il testimone. Le azzurre faranno ricorso, vedremo cosa decideranno i giudici (si appelleranno al danno procurato).
Il video con lo splendido duello tra Russia e USA nella 4x400 femminile:


Nel lancio del giavellotto maschile vittoria del ceco Vesely di soli 10 cm sullo sfortunato Pitkamaki con un lancio di 87.17. E` la piu` sottile distanza tra primo e secondo nella storia dei mondiali. Terzo il russo Tarabin.

Nei 5000 metri vittoria come da pronostico di Meseret Defar sulla keniana Cherono e sulla connazionale Ayale.Gara senza storia con un allungo negli ultimi 200 metri con cui ha tagliato le gambe alle sue avversarie.

Nella maratona maschile l`ugandese Kiprotich dimostra per la seconda volta (dopo l`oro olimpico di Londra) che se la gara diventa tattica lui è il più forte. Keniani ed etiopi si sono fatti irretire correndo sotto ritmo e nel finale Kiprotich ha giocato al gatto con il topo dando addirittura il cinque agli spettatori sul percorso. Alla fine vittoria per lui con un lento 2.09.51 con secondo e terzo gli etiopi Desisa e Tola.

Vittorio Virgili


immagine AP dal sito http://it.eurosport.yahoo.com