lunedì, dicembre 17, 2012

Il Mondiale per Club e la coerenza dei media italiani

Nel dicembre del 2009 scrissi un articolo dal titolo "Mondiale per club? Per i media conta solo quando gioca un'italiana". Riporto un passaggio di quel post:
"Purtroppo i media italiani snobbano regolarmente questa competizione quando non è presente una squadra italiana. E’ una cosa che succede ogni anno e che succedeva già prima della rivisitazione della formula (che al di là dei chiari intenti commerciali e di marketing, trovo giusta ed equa perché permette a tutte le squadre-campioni continentali di confrontarsi con le rappresentanti europee e sudamericane; il divario tecnico è evidente, ma fra qualche anno non mi stupirei di vedere "un’intrusa" in finale). 
Si tratta dell’ennesima dimostrazione del provincialismo e dell’italianocentricità dei nostri mezzi d’informazione (sportiva ma non solo). Nel 2007 il Milan partecipò e vinse il torneo, battendo nettamente il Boca Juniors in finale. Si sprecarono fiumi d’inchiostro e ore di trasmissione per celebrare, giustamente, l’impresa dei rossoneri, ancora una volta sul tetto del mondo. Mi ricordo addirittura un’inedita ospitata di Berlusconi a Controcampo. Quando invece non c’è una nostra squadra a rappresentarci, cioè quasi sempre, si fatica addirittura a trovare un trafiletto sul giornale, lasciando tutto lo spazio necessario a presentare un avvincente Inter-Livorno di Coppa Italia o all’illuminante intervista di Tizio o Caio. Penso si tratti di un’incoerenza clamorosa.
Qualcuno sostiene che sia colpa della nuova formula che ha fatto perdere al torneo il fascino di un tempo. Balle, perché il Milan giocò proprio con questa formula e due anni fa di questi tempi non si parlava d’altro. In passato, quando c’era ancora la finale secca Europa vs Sudamerica molte finali furono snobbate (quelle di Porto e Liverpool nel 2004 e 2005 in particolare).
(...) Al pari delle finaliste del Mondiale per Club, la cultura sportiva, perché è di questo che si tratta, non ha cittadinanza italiana.

Ieri il Corinthians ha conquistato il Mondiale per club 2012 battendo in finale il Chelsea per 1-0 (foto AP). Nel solco della tradizione i media italiani hanno sostanzialmente snobbato l'evento.
Ecco un confronto tra la prima pagina della Gazzetta del 19 dicembre 2010 (dedicata al trionfo del'Inter di Benitez) e quella odierna. Inutile cercare con la lente d'ingrandimento: non c'è neanche una riga dedicata al Mondiale per Club 2012. Si preferisce citare, tanto per cambiare, Balotelli. Ho preso come riferimento "La Gazzetta dello Sport" perché è il medium più importante, ma avrei potuto fare lo stesso confronto con altri giornali, siti internet, ecc.
Quando la coerenza è tutto.

La Gazzetta dello Sport, 19/12/2010
La Gazzetta dello Sport, 17/12/2012