giovedì, agosto 02, 2012

Olimpiadi Londra 2012 - Prima Giornata Atletica Leggera. Presentazione gare di Vittorio Virgili


Finalmente è arrivato il momento dell'Atletica Leggera. La Regina delle Olimpiadi avrà come gara di punta la sfida tra Bolt e Blake nei 100 metri Domenica 5 Agosto (programma completo Atletica Leggera Londra 2012). Domani mattina, 3 agosto, prenderanno il via le qualificazioni mentre nella serata sono in programma due finali: lancio del peso maschile e 10.000 metri femminili.

Lancio del peso maschile - Gara come sempre molto equilibrata con almeno 5 atleti che possono ambire all’oro olimpico. Durante l’anno due sono stati  i protagonisti che secondo me potranno giocarsi la vittoria, il campione europeo e mondiale David Storl (ha solo 22 anni, in Italia a quell’età si partecipa alle Olimpiadi per fare vacanza) e l’ex campione del mondo di Osaka 2007 Reese Hoffa che vorrà riscattare la delusione di Pechino (solo settimo). Da tenere d’occhio l’ex campione del mondo Christian Cantwell e il canadese Armstrong. Sottotono invece quest’anno il campione olimpico, il polacco Majewsky.

10.000 metri femminili - Ci sarà finale diretta con il grande scontro tra la campionessa olimpica Tirunesh Dibaba e la campionessa mondiale Vivian Cheruiyot. Nella prima grande gara di questa olimpiade l’etiope Dibaba non gareggia in una grande competizione internazionale da Pechino, per questo è un grande punto interrogativo. Favorita di diritto la keniana, ma tutto dipenderà sullo stato di forma della prima.

Azzurri in gara - Nella finale dei 10.000 ci sarà Nadia Ejjafini che dopo le buone impressioni destate agli Europei cerca un posto nelle prime 10.
Nelle qualificazioni della mattina in pista nei 3000 siepi il finanziere Floriani che cerca una qualificazione alla finale (suo obiettivo minimo alla vigilia). Nei 400hs batterie proibitive per Jose Bencosme all’esordio ad un’Olimpiade, mentre nel lancio del martello Nicola Vizzoni è la nostra prima punta per un posto nei primi 5 (finale il giorno dopo).
Tra le ragazze da guardare Libania Grenot nel 1° turno dei 400 metri (entrare in finale sarebbe un grandissimo risultato) e Simona LaMantia arrivata qui dopo il quarto posto di Helsinki alla ricerca di un posto nelle prime 12, accessibile solo se nella migliore condizione fisica e psicologica (a Daegu 2011 fu un completo disastro).

Vittorio Virgili



PER TUTTI I COMMENTI LIVE: BLOG-IN  - FACEBOOK - TWITTER