lunedì, agosto 13, 2012

Olimpiadi Londra 2012 - Atletica Leggera: analisi della spedizione azzurra di Vittorio Virgili


Nella conferenza stampa di ieri il presidente Franco Arese si è detto soddisfatto della spedizione azzurra che è stato per numeri la peggiore della storia alle Olimpiadi dell’Atletica Leggera.
Se si è soddisfatti conquistando 15 punti con 5 atleti nei primi 8 e di questi ben 4 oltre i 35 anni (cioè a fine carriera), mentre escono 18enni come funghi nel resto del mondo allora siamo proprio al baratro completo.
Il presidente ha ancora parlato di Di Martino e Howe per il futuro, stessa frase detta dopo Atene 2004, cioè 8 anni fa! A Dicembre ci saranno le elezioni e Arese, che non ha proprio la decenza di ammettere la sue colpe, ha deciso di ricandidarsi ed anzi ha attaccato le società dicendo che anche loro hanno responsabilità per il flop azzurro (le stesse dovranno votarlo per l’elezione, ndr).
Il solo Fabrizio Donato si è distinto in positivo, conquistando un bronzo, degna conclusione di una carriera molto sfortunata e dietro di lui, si è confermato Daniele Greco che oramai è pronto al grande salto con i fenomeni della specialità.


Anche nella Marcia, da sempre unico serbatoio delle nostre medaglie, siamo andati malissimo con il solo settimo posto di Elisa Rigaudo ( alla sua ultima olimpiade) e il caso Schwazer dove la federazione è uscita malconcia.
Non ci resta che sperare nei giovani come Alessia Trost, Bruni, Claudio Stecchi e ragazzi stranieri naturalizzati (Derkach, Haliti e altri), sempre che i super tecnici della Federazione non li facciano perdere per strada prima come avvenuto con tanti talenti in questi ultimi anni.
Concludo citando una bella campagna portata avanti dal sito Atleticanet, dove si possono dare consigli su come vorreste l’atletica italiana del futuro. Speriamo che le idee inviate dagli appassionati siano lette da qualcuno, ma vedendo che alle prossime elezioni ci sarà Arese contro Alfio Giomi che è stato vicepresidente negli anni 90 e supportato da altri ex dirigenti che al posto di andare in pensione si ripresenteranno, direi che la minestra si presenta già ultrariscaldata.


Vittorio Virgili