mercoledì, dicembre 28, 2011

Napoli - Il punto alla pausa natalizia. Prospettive e mercato

Esultanza napoletana (calciomercato.it)
BILANCIO PRIMA PARTE  - Se in campionato la squadra di Mazzarri fosse riuscita a racimolare 3-4 punti in più il bilancio di questa prima parte di stagione sarebbe stato da incorniciare. La qualificazione agli ottavi di Champions, a dispetto di tutti i pronostici della vigilia, è stata qualcosa di straordinario (oltre che pienamente meritato). Ciò ha influito inevitabilmente sul campionato dove sono stati persi diversi punti, specie in casa. Ottimo il rendimento di De Sanctis, Campagnaro, Maggio, Gargano e Lavezzi. Più discontinui, ma assolutamente determinanti Cavani e Hamsyk. Il mercato estivo era stato pensato proprio per allungare la rosa in vista del doppio impegno, ma alla fine l'unico giocatore nuovo inserito negli 11 "titolarissimi" è stato Inler (lo svizzero peraltro è calato di rendimento col passare dei mesi). Pandev è tornato su buoni livelli di forma, ma va valutato nei prossimi mesi. Proprio la presenza del macedone rende poco comprensibile l'acquisto di Edu Vargas, giocatore dall'indubbio potenziale, ma che allo stato attuale dovrebbe diventare il quinto attaccante a disposizione di Mazzarri. I soldi per il cileno, probabilmente, sarebbe stato più opportuno investirli in altre zone del campo.

MERCATO, COSA OCCORRE - Vargas va a rinforzare ulteriormente il reparto avanzato. Le caratteristiche del cileno sono simili a quelle di Lavezzi. Considerando che sarebbe stato più opportuno acquistare un vice-Cavani, si può pensare che Vargas sia arrivato in vista di una possibile partenza a giugno del Pocho (o eventualmente di Hamsyk). In attesa di rivedere all'opera Britos, valida alternativa per la difesa, sarebbe auspicabile l'acquisto di un grande esterno sinistro di centrocampo. Dossena ha dimostrato di non essere più intoccabile, mentre il pur bravo Zuniga si adatta a ricoprire quel ruolo. 

PROSPETTIVE - L'ottavo di finale contro il Chelsea è ancora indecifrabile (vedi analisi ottavi). I Blues potrebbero infatti cambiare fisionomia nel mercato di gennaio. Pur essendo sfavorito, il Napoli può giocarsela. Arrivare tra le prime 8 d'Europa sarebbe qualcosa di superlativo. In campionato le cose sono un po' più complicate. Ad oggi sembra difficile una qualificazione per la prossima Champions, ma molto dipenderà proprio dal cammino nella massima competizione europea.


Vedi il punto sulle altre squadre: