giovedì, dicembre 02, 2010

Mondiali 2022 in Qatar: ecco i 5 stadi da sogno (video)

Poche ore fa la Fifa ha assegnato al Qatar l'edizione 2022 della Coppa del Mondo di Calcio. Sarà la prima volta che il Mondiale di calcio si svolgerà in Medio Oriente. Pochi giorni prima dell'assegnazione definitiva (in cui la Russia ha ottenuto l'edizione 2018 superando l'agguerrita concorrenza inglese), il mio amico Fabio Danesin mi aveva segnalato questo video con la presentazione in 3D dei 5 principali stadi di Qatar 2022. Dire che si tratta di impianti suggestivi e avveniristici è forse riduttivo. Superfluo ogni paragone con l'impiantistica italiana (anche con quella prospettata per Euro 2016).
Il Qatar ha una popolazione di 1.600.000 abitanti ed ha una superficie molto limitata. Ciò consentirà di avere un Mondiale senza grandi spostamenti per atleti, dirigenti e tifosi. Sarà quindi il primo Mondiale che si avvicinerà ad una Olimpiade dal punto di vista della logistica. Il principale problema sarà legato alle temperature e all'umidità. Ovviamente le partite saranno disputate nel tardo pomeriggio e alla sera, ma anche la tecnologia svolgerà una parte fondamentale. Come avvenuto nella recente amichevole tra Argentina e Brasile, infatti, saranno in funzione dei super-sistemi di aria condizionata all'interno degli stadi. Tali condizionatori porteranno la temperatura attorno ai 20 gradi, per il sollievo di atleti e spettatori. Insomma, anche se mancano ancora 11 anni e 6 mesi, il Qatar sembra essere pronto a livello organizzativo.

MONDIALI - QATAR 2022 IN GENNAIO E A DUBAI E RIYAD? Nel pezzo qui sopra, scritto pochi minuti dopo l'assegnazione della competizione iridata al Qatar, ho riportato quello che era il piano previsto dagli organizzatori per evitare il problema delle temperature (installazione di imponenti  condizionatori). Bene, pochi giorni dopo, sta emergendo un'altra verità, o meglio, un'altra soluzione che organizzatori, Fifa e Uefa potrebbero adottare: giocare il Mondiale 2022 a gennaio. Non solo. Considerando la superficie limitata del Qatar, ma soprattutto l'influenza politica ed economica dei vicini Emirati Arabi e Arabia Saudita, si fanno sempre più insistenti le voci che vorrebbero alcune partite giocate in queste due nazioni, a Dubai e Riyad in particolare. Il Mondiale a gennaio porterebbe alla rivoluzione dei calendari dei club, ma Platini sembra ben disposto verso questa scelta. Andrea Sorrentino di Repubblica spiega molto bene in questo pezzo la situazione e le prospettive per Qatar 2022 (vedi).

Ecco il video di presentazione di 5 dei 12 stadi in cui si giocherà il Mondiale 2022: