martedì, gennaio 19, 2010

SWITCH-OFF 2010 RIMANDATO A SETTEMBRE (dopo i Mondiali)?

Dando un'occhiata all'ottimo sito digital-sat.it si possono trovare sempre notizie molto interessanti sul mondo della televisione. Una di queste, ripresa da MF, parla dello switch-off che quest'anno riguarderà quasi tutte le regioni nel nord Italia. Nel corso del 2010, infatti, in Lombardia, Veneto, Friuli Venezia-Giulia, Emilia Romagna, Liguria e Piemonte orientale verrà spento il segnale analogico e si passerà definitivamente al digitale terrestre, per un totale di 25 milioni di italiani coinvolti. Un cambiamento epocale, già avvenuto per il 30% della popolazione (la prima è stata la Sardegna, mentre lo scorso autunno sono passate al digitale Lazio e Campania). Proprio le difficoltà tecniche riscontrate in queste due regioni sta spingendo il governo a rinviare a settembre lo switch-off in Lombardia e Piemonte, inizialmente previsto per la prossima primavera. La decisione verrà comunicata dal Cnid (Comitato nazionale Italia digitale) a tutte le parti in causa giovedì 21 gennaio.
In realtà sono molteplici le ragioni che hanno portato le istituzioni a prendere questa decisione. Innanzitutto, come detto, le difficoltà avute dagli utenti del Lazio e delle altre regioni con decoder, antenne e risintonizzazione canali (nonostante l'ampia campagna informativa). Poi il fatto che in alcune zone delle regioni già passate al digitale non arrivi ancora il nuovo segnale (in alcune zone non arriverà mai e l'unica soluzione è Tivù Sat, il digitale gratuito, decoder a parte, via satellite). Il tutto considerando che il prossimo giugno ci saranno i Mondiali di calcio in Sudafrica e gli investimenti a livello di programmi e pubblicità sono talmente alti che non si possono rischiare problemi nella visione dei canali. Non solo le reti Rai, ma anche quelle private (alcune ancora con molti problemi per lo switch-off) che puntano molto sui programmi di commento ale partite degli azzurri.
Il Cnid comunicherà giovedì tutte le date ufficiali per lo switch-off 2010 e, molto probabilmente, tutte le regioni interessate passeranno contemporaneamente al digitale terrestre nel prossimo settembre.
Una decisione sicuramente saggia perchè molte persone potrebbero fare anche a meno (per qualche giorno) di vedere la televisione, ma il non vedere le partite dei Mondiali porterebbe l'esecutivo ad un clamoroso calo del consenso, molto più di guai giudiziari o escort.