lunedì, dicembre 14, 2009

TEAM SKY: MURDOCH JR PUNTA FORTE SUL CICLISMO


In tempi in cui gli sponsor lasciano con grande continuità il mondo del ciclismo, dopo il TeamRadioshack di Lance Armstrong (oltre alla catena di elettrodomestici americana, sulle maglie del nuovo team campeggia anche il logo della Nissan) e la BMC di Evans e Ballan, ecco il britannico Team Sky, voluto fortemente da James Murdoch, figlio di Rupert, il magnate australiano fondatore e proprietario di svariati giornali e televisioni in giro per il mondo, tra cui Sky Italia. James è un grande appassionato di ciclismo e ha voluto creare questo team dalla forte impronta britannica. Il budget messo a disposizione del team manager Dave Braislford è di quelli seri. L’obiettivo del Team Sky è quello di far crescere il ciclismo su strada in Gran Bretagna (quello su pista è ai vertici mondiali), aiutarlo a ben figurare alle prossime Olimpiadi di Londra e di conquistare il Tour de France entro il 2014. Per farlo sono stati ingaggiati 25 atleti. L’ultimo della serie è stato Bradley Wiggins, medaglia d’oro ad Atene 2004, tre volte oro a Pechino 2008 e sorprendente quarto piazzato all’ultimo Tour de France. Wiggins, 29 anni, ha lasciato la Garmin per siglare un ricco contratto quadriennale e sarà il leader di una formazione che vanta già tra le sue fila atleti di primissimo piano. Su tutti l’astro nascente delle corse di un giorno, il giovane norvegese Edvald Boasson Hagen. Altri ottimi atleti ingaggiati dal Team Sky per la stagione 2010 sono l’esperto Juan Antonio Flecha, Simon Gerrans e Kurt Arvesen, senza dimenticare i nordici Lokvist e Carlstrom. Oltre ad 8 atleti inglesi, tra cui Cummings e Froome, ci saranno anche tre azzurri di buon livello: Morris Possoni, Davide Viganò e Dario David Cioni.
Altro legame con l’Italia sarà l’utilizzo delle bici Pinarello. Il Team Sky ha ottenuto la licenza Pro Tour e spera di ricevere l’ok per partecipare all’edizione 2010 del Tour de France. La prima uscita stagionale sarà in occasione del Tour Down Under.
Team Sky porterà avanti quindi un progetto ambizioso, di ampio respiro. Non solo risultati sportivi, ma anche crescita del movimento ciclistico britannico. La speranza è che le buone intenzioni di uno sponsor munifico non vengano per l’ennesima volta tradite dall’inguaribile malato ciclismo.

Ecco la composizione definitiva del Team Sky per la stagione 2010:
Bradley Wiggins, Geraint Thomas, Steve Cummings, Pete Kennaugh, Chris Froome, Ian Stannard, Russel Downing (UK), Morris Possoni, Davide Viganò, Dario David Cioni (ITALIA), Edvald Boasson Hagen, Kurt Arvesen, Lars Peter Nordhaug (NORVEGIA), Juan Antonio Flecha (SPAGNA), Sylvain Calzati, Nicholas Portal (FRANCIA), Tomas Lokvist (SVEZIA), Kiell Carlstrom (FINLANDIA), John Lee Augustyn (SUDAFRICA), Simon Gerrans, Mattew Hayman, Chris Sutton (AUSTRALIA), Michael Barry (CANADA), Greg Henderson (NUOVA ZELANDA), Serge Pauwels (BELGIO).